Carbonara di zucchine

Carbonara di zucchinecarbonara di zucchine

A volte penso che sarebbe bello vivere in luoghi diversi dall’Italia, viaggiare e stabilirsi in qualche altro Paese, vedere e conoscere nuove persone, poi però mi sveglio e penso “ma chi me lo fa fare? Come si fa a stare in un posto dove non si mangia la pasta, oppure è soltanto una bruttissima imitazione, una paccottiglia scotta e collosa, della regina delle nostre tavole. Brr, non ci voglio pensare! >_<

Sia chiaro, viaggiare è stupendo, interessante ed apre la mente, e poi…mai dire mai 😉

La pasta, però, ti mette di buonumore, fa allegria, non si può rinunciare!

Con tutti gli ingredienti di ottima qualità che ci regala la nostra terra, veri e propri tesori per il nostro palato e per la nostra salute, possiamo modificare in mille modi anche le ricette tradizionali ed essere sempre soddisfatti del risultato.

La ricetta di oggi è proprio una rivisitazione del piatto di pasta forse più famoso al mondo, dopo la pasta al pomodoro: la Carbonara; e in che cosa consiste questa rivisitazione? Semplicemente nel sostituire la pancetta con le zucchine, ma questa sostituzione è altrettanto golosa e appetitosa! 😉

 

Ingredienti 

  • 400 g. di pasta (io vario spesso, alternando spaghetti, pennette, rigatoni…)
  • 3 uova intere più 1 tuorlo
  • Pecorino o Parmigiano se preferite
  • 1 spicchio di aglio
  • olio
  • sale e pepe
  • un ciuffo di prezzemolo

 

Preparazione

Lavate accuratamente le zucchine, eliminate le estremità, tagliate a rondelle e mettetele a cuocere in una padella larga, dove avrete fatto leggermente scaldare un po’ di olio con lo spicchio d’aglio. Una volta che le zucchine saranno cotte e dorate, tenetela da parte.

Nel frattempo, cuocete la pasta in abbondante acqua salata.

Sbattete le uova in un recipiente abbastanza grande, un’insalatiera ad esempio, aggiungete il formaggio grattugiato, il sale ed il pepe.

Scolate la pasta al dente e versatela nel composto di uova e formaggio, amalgamate bene il tutto, potete regolare ancora di pepe ed aggiungere un po’ di prezzemolo tritato (io questa volta me ne sono scordata, ma ci sta benissimo).

A questo punto sarebbe già pronta per essere servita e gustata, se non fosse che a casa mia spunta sempre qualcuno che dice:”Ripassala in padella!”

Uffa, alcune persone se non vedono l’uovo stracotto non la mangiano, pazienza… dovremo rinunciare a quella deliziosa cremina.

Alla prossima 😉

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...