Pitta rustica con le cipolle

Buon Lunedì, diamoci la carica, accendiamo la radio, riassettiamo casa a ritmo della musica che preferiamo, ed immergiamoci con gioia in una nuova settimana, fatta di impegni e di nuove cose da fare.

Ieri è stato il compleanno della mia bellissima sorella, le ho preparato una torta Profiteroles, con crema pasticcera e copertura di cioccolato da svenimento! Lo so, che detto da me potrebbe sembrare troppo di parte, ma questa è una torta alla quale sono legati i ricordi più belli della mia famiglia, ogni tanto mi diverto a preparare nuovi tipi di torta, ma alla fine, la torta per eccellenza, quella della vera festa, almeno a casa mia, è solo la Profiteroles.

Comunque, sono uscita fuori dal seminato e non me sono accorta :D, ero così presa da quella dolce bontà, che ho dimenticato tutto il resto.

La ricetta di oggi, però, non è una ricetta dolce, si tratta di un piatto tradizionale, rustico, che normalmente viene presentato a forma di rotolo, quest’oggi ve la propongo invece in una maniera più facile e sbrigativa, ma sempre appetitosa. Questa focaccia si prepara spesso a Pasquetta, ed insieme ad altri piatti, è protagonista delle nostre scampagnate. Sia che si vada al mare, o che si vada in campagna, nel nostro “panaru”, non può mancare la Pitta di cipolle. E’ talmente buona, che la si prepara anche in altri periodi dell’anno, come a Natale, o a San Martino, in occasione di qualche week end fuori porta, ogni scusa è buona per prepararla o farsela preparare; tra vicine, soprattutto le più adulte si sentono spesso frasi del tipo: “cummare, e non mi faci na pitta pi crai?”

Traduzione: “Comare, (perché siamo tutti comari e compari nel Salento) potresti preparami una focaccia per domani?” E come si fa a dire di no? ;D

 

 INGREDIENTI per la pasta

  • 500 gr. di farina 0
  • 2/3 cucchiai di olio extra vergine
  • 250 gr. di acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • sale e pepe

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

  •  4/5 cipolle
  • olive nere
  • olio extra vergine d’oliva
  • 10 pomodorini
  • capperi

 

PREPARAZIONE

 

Versate la farina setacciata in una larga ciotola, stemperate il lievito di birra in un po’ d’acqua tiepida, versatelo sulla farina ed iniziate ad amalgamare, rovesciate l’impasto su una spianatoia per lavorarlo meglio, aggiungete il sale, l’olio e continuate a lavorarlo fino a quando diventerà omogeneo e non appiccicoso, lasciate lievitare per qualche ora, fino a che raddoppierà di volume.

Tagliate e affettate le cipolle, mettete un po’ d’olio in un tegame, fatele soffriggere per qualche minuto, aggiungete un po’ d’acqua, fate cuocere con il coperchio e a fiamma bassa, per una decina di minuti; trascorso questo tempo, aggiungete i pomodorini, i capperi e, solo verso la fine, le olive, altrimenti faranno annerire tutto il preparato.

Una volta pronto il ripieno ( le cipolle devono essere morbidissime) lasciatelo intiepidire. Prendete l’impasto lievitato, dividetelo in due parti, stendetelo con l’aiuto di un matterello, foderate con la porzione d’impasto più grande la base di una tortiera, versatevi la cipollata e richiudete con l’altra sfoglia di pasta.

Cuocete in forno statico, che avrete precedentemente riscaldato, a 220° per una ventina di minuti, controllate sempre la cottura, mi raccomando, perché, come dico spesso, ogni forno ha la sua “personalità”.

pitta di cipolle

Questa è la mia Pitta con cipolle appena sfornata. Seguitemi anche su Instagram, sul profilo Facebook: “Sapori di casa” e sulla pagina Facebook: “Sapori di casa Salento”.

 

Alla prossima ricetta 😀

Pitta rustica di cipolle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...